Compilazione MUD 2018: comunicazione, soggetti obbligati, sanzioni

Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale dei Rifiuti, meglio conosciuto come MUD, non è altro che il "730" dei rifiuti, cioè la dichiarazione annuale dei rifiuti stessi, che va presentata entro il 30 Aprile ed è relativa ai rifiuti prodotti e smaltiti nell'anno precedente.

Comunicazione del MUD

AM Ecoconsulenze

Il MUD può essere trasmesso in due modalità, entrambe telematiche.
La prima utilizzando l'apposito portale Internet www.mudtelematico.it, una volta compilata la dichiarazione utilizzando l'apposito software abilitato per la compilazione, si carica il File generato sul sito, si provvede nello stesso momento al pagamento dei diritti di segreteria alla camera di commercio di competenza tramite carta di credito. Se l'operazione va a buon fine si stampa la ricevuta di presentazione.
La seconda modalità, solo però per i soggetti che rientrano in determinate specifiche, è il MUD semplificato. In questo caso il MUD è compilato sempre in via telematica; la compilazione avviene inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it, mentre la presentazione avviene via PEC all'indirizzo comunicazionemud@pec.it.
I diritti di segreteria dovuti sono pari a 10,00 Euro per ogni MUD telematico, Euro 15,00 per ogni MUD semplificato.

Promozione Speciale

Fino al 29 Marzo 2020 per i nuovi clienti AM EcoConsulenze riserva uno sconto speciale del 20% sui MUD.

Sanzioni

La presentazione effettuata dopo il termine previsto dalla normativa ma entro 60 giorni dalla scadenza (60 giorni e non due mesi) comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 26,00 a Euro 160,00.
La presentazione successiva ai 60 giorni dalla scadenza, l'omessa dichiarazione o la dichiarazione incompleta o inesatta comportano una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 2.600,00 a Euro 15.500,00 (art. 258, comma 1, del D. Lgs. 152/2006).
L'ente che applica le sanzioni è la Provincia.

Soggetti obbligati alla compilazione del MUD

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Preventivo Gratuito

AM EcoConsulenze è in grado di compilare il MUD a seconda delle esigenze, in entrambe le modalità.
Contattateci per un preventivo gratuito, o sarà comunque nostra premura fornirvi informazioni in merito.




Privacy Policy | Cookie Policy